Promo! Champagne premier cru brut 2004 CM Paul Goerg Visualizza ingrandito

Champagne premier cru brut 2004 CM Paul Goerg

TDG00036

Azienda: Paul Goerg
Provenienza: Francia - Champagne

€49,90

-15%

€42,42

Agg. ai desideri

Info generali su l'azienda
Siamo a Vertus, a sud della famosa Cote de Blancs, dove lo chardonnay ha quasi il monopolio, disposto su un territorio di 564 ettari coltivato per l'80% a chardonnay appunto, e classificato premier cru. Questo champagne è un CM, cooperative de manipulant, altro non è quindi che una cooperativa alle quali i soci conferiscono le proprie uve e che provvedono alla produzione e alla commercializzazione dei vini.
Nel 1876 Paul Goerg diviene sindaco di Vertus e si impegna insieme ai produttori locali nel creare le basi per la produzione di champagne in questo territorio. Nel 1950 un gruppo di vignaioli capisce che in questa zona lo chardonnay si esprime al meglio, e cominciano a creare una gamma di champagne con sole uve del re di questa zona.
Nel 1984 viene ufficializzata la cooperativa e gli viene dato il nome di chi prima di tutti a creduto nel suo Territorio, Paul Goerg.
Filosofia aziendale: convenzionale

Principali informazioni del vino

Tipologia: Vino spumante metodo classico
Denominazione: Champagne AOC
Provenienza: Vertus - Francia
Produttore: Paul Goerg 
Vitigni: chardonnay 100%
Formato: 75 cl.
Alcool: 12%
Annata: 2004
Vinificazione: in serbatoi di acciaio termocondizionati
Affinamento: minimo 60 mesi sui lieviti
Struttura: di ottima struttura
Categoria di appartenenza: CM

Sensazioni personali
Una cooperativa che esprime al meglio il motto che l'unione fa la forza!
Naso caratteristico dello chardonnay, elegante, giocato su noti dolci di torroncino, erbe officinali, cedro candito, agrumi, note piacevolissime di tostatura con spunti fumé, con tocchi minerali a dare profondità. Bocca ben costruita, fatta di continua evoluzione, spezie e terzialità. La trama nel complesso si propone fresca e cremosa, di materia che avvolge e che è sempre presente, è infatti molto lungo. Finisce rotondo, equilibrato, con ritorni di crema pasticcera. Minimo 60 mesi sui lievti! Straordinario millesimato!

Momenti e abbinamenti ideali
eccellente sia come aperitivo che per pasteggiare. Da provare con formaggi freschi e semistagionati, salumi, percorsi gastronomici a base di pesce, antipasti, primi e secondi.

Come ed entro quando berlo
Pronto da bere subito, ma se riposa un po di mesi in bottiglia saprà sorprenderti ancora di più.
Temperatura di servizio consigliata: 6/8 gradi
Bicchiere consigliato: calice con apertura media
Pubblico a cui si rivolge il vino a mio parere: selezionato, è un vino che esige di essere capito, ottima idea regalo.


Lo sapevi che
Dietro il nome di uno Champagne  ci possono essere diverse tipologie di soggetti agricoli e giuridici:
- NM : negociant-manipulant. Sotto questa categoria troviamo tutti quei produttori che, oltre a coltivare in proprio, acquistano altri quantitativi di uve per fare il loro prodotto. E' la categoria delle grandi maison più famose, ma anche di realtà piu piccole e locali come in questo caso.
- RM : recoltant-manipulant. E' un coltivatore diretto che produce Champagne con uve proprie e che in genere vende uve ai NM. Per legge può acqsuitare da altri non più del 5% delle uve.
- CM : cooperative de manipulant. Sono delle cooperative alle quali i soci conferiscono le proprie uve e che provvedono alla produzione e alla commercializzazione dei vini.
- RC : recoltant-cooperative. In questo caso il vigneron consegna le uve a una cooperativa per una successiva elaborazione. E ritira l'equivalente in bottiglie di vino.
- SR : societe de recoltants. Unione di vigneron, spesso della stessa famiglia, uniti per mettere in comune le uve ed elaborare il vino, usufruendo di piu ampie possibilità di assemblage e commercializzazione. 
- ND : negociant-distributeur. Vende champagne che non produce.
- MA : marque d'acheteur. E' un marchio, un nome di fantasia di chi acquista lo champagne per rivenderlo con una propria etichetta.
Quindi, prima di acquistare... cerca la "sigla" !! Attraverso queste due lettere puoi subito sapere chi c'è dietro una bottiglia di champagne.

Lo champagne è un vino che presenta varie caratteristiche particolari rispetto agli altri grandi vini, come per esempio la vendemmia, che viene effettuata manualmente (il disciplinare vieta l'uso delle macchine vendemmiatrici) in quanto è essenziale che l'uva arrivi al corretto grado di maturazione e perfettamente integra alla pigiatura.


Cenni storici
Lo champagne è uno dei pochi vini ai quali sia stato attribuito un inventore, l'abate benedettino Dom Pierre Pérignon, anche se sulla storia della sua origine esistono versioni differenti.
I vini (fermi) della regione della Champagne erano conosciuti fin dal medioevo; venivano prodotti principalmente dai monaci delle numerose abbazie presenti nella regione, che lo usavano come vino da messa. Ma anche i regnanti francesi apprezzavano molto questi vini, fini e leggeri, tanto da offrirli in segno di omaggio agli altri regnanti europei. Si trattava però principalmente di vini fermi, quindi senza spuma, e rossi.
Le guerre ed i saccheggi, che nel 1600 devastarono la regione, causarono la distruzione e l'abbandono delle abbazie e dei conventi, e quindi il decadimento delle annesse vigne.
Intorno al 1670, Pierre Pérignon, giovane monaco benedettino, giunse all'abbazia d'Hautvillers, vicino ad Épernay, con l'incarico di tesoriere; egli trovò il convento e le vigne in uno stato di totale abbandono e si adoperò per rimetterle in sesto.
Il suo lavoro fu indirizzato principalmente alla produzione del vino; da perfezionista qual era, si applicò alla selezione delle uve migliori (la sua scelta cadde sul pinot noir), al privilegiare i terreni più vocati alla produzione, ad affinare le tecniche del taglio dei vini (assemblaggio di uve dello stesso tipo provenienti da zone diverse), ed a preferire una spremitura dolce per ottenere un mosto chiaro anche se da uve a bacca nera (tutte tecniche caratteristiche, ancora oggi, della produzione dello champagne).
Rimane il dubbio sulla genesi della trasformazione del vino fermo in vino spumante.
- Una versione afferma che lo champagne sia nato casualmente per errore durante il processo di vinificazione di alcuni vini bianchi; tale errore avrebbe causato lo scoppio di alcune bottiglie poste ad affinare in cantina e quindi portato alla scoperta, da parte dell'abate, della "presa di spuma".
- Un'altra versione afferma che l'abate, per rendere più gradevole il vino prodotto, vi aggiungesse in primavera dei fiori di pesco e dello zucchero, tappando successivamente la bottiglia con tappi di legno di forma tronco-conica; allo stappare della bottiglia si produceva della spuma.

FAMIGLIA Vini spumanti champenois
PRODUTTORE Paul Goerg
FATTO CON chardonnay
PROVENIENZA Francia - Champagne
VINIFICAZIONE in acciaio
FORMATO 75 cl
ALCOL 12%
DENOMINAZIONE Champagne AOC
AFFINAMENTO sui lieviti oltre 60 mesi
STRUTTURA di ottima struttura
SPECIAL Profondità di Annata

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi una recensione

Champagne premier cru brut 2004 CM Paul Goerg

Champagne premier cru brut 2004 CM Paul Goerg

Azienda: Paul Goerg
Provenienza: Francia - Champagne

Scrivi una recensione

Prodotti Consigliati

Chiamaci:

 (+39) 0982 46723

 

Newsletter

Rimani sempre aggiornato.